/// Marco Filios ///

/// Alessandro Phonz Fontanesi ///

È il nostro nome, ma è anche la nostra essenza.
Un' essenza che portiamo tatuata sulla nostra pelle, sul nostro petto, vicino al cuore. È un tatuaggio che simboleggia il legame che ci unisce l'uno all'altro, ma andando più in profondità, rispecchia perfettamente la nostra filosofia.

È un'incudine trafitta da una freccia: un utensile indistruttibile, come il nostro legame e una freccia, simbolo di passione.
Una passione così forte da superare qualsiasi ostacolo: l'amore per i motori.

Ed è proprio questa passione che ci ha spinti ad iniziare a costruire moto, a ricercare una perfezione estetica che plasmiamo artigianalmente, con le nostre mani. Il risultato è un vintage restaurato, con il sapore di moto di altri tempi.
Il nostro interesse si sviluppa su moto che hanno cambiato il mondo del motoci clismo, interveniamo soprattutto su moto anni 70 e 80.
Tutte le Anvil che escono dalla nostra officina sono uniche ed irripetibili.
Cerchiamo di captare l'essenza, lo spirito della moto dalla quale partiamo, ogni intervento che realizziamo è mirato a valorizzare e risaltare lo spirito unico che ogni moto possiede. Per questo curiamo personalmente ogni minimo dettaglio.

Le Anvil hanno un sapore vintage restaurato, con l'anima di moto di altri tempi.
Quest'estetica, che cura e valorizza i segni del tempo, è la nostra principale caratteristica distintiva.
In ogni nostra moto cerchiamo quindi - là dove l'originale ci conceda questo lusso - di mantenere e magnificare questi preziosi segni di vissuto.
Tuttavia interveniamo anche artificialmente sugli elementi a nostra disposizione, per garantire un risultato finale compeltamente affine al nostro stile.